Salute

Essere gentili con gli altri può “ridurre i sintomi della depressione”

L'immagine mostra madre e figlia al tavolo della cucina.— Pexels
L’immagine mostra madre e figlia al tavolo della cucina.— Pexels

È comprensibile sentirsi sovraccarichi e persino scoraggiati a causa dell’inflazione, della recessione e di altri eventi che si stanno verificando nel mondo. Puoi sperimentare un ciclo di ansia, con il cuore che batte continuamente e i pensieri che ti attraversano la mente.

Ma per contrastarlo, secondo un recente studio della Ohio State University, mostrare gentilezza può effettivamente diminuire depressione sintomi.

Rispetto agli altri due approcci terapeutici, solo un atto di gentilezza, secondo il coautore della ricerca David Cregg, permette alle persone di sentirsi connesse.

Cosa sono ansia e depressione?

Le persone spesso provano ansia. È normale sentirsi preoccupati prima di fare una presentazione o iniziare il tuo primo lavoro. È anche tipico sentirsi cupi dopo una rottura e voler abbuffarsi di Netflix. Tuttavia, le persone che hanno esperienza ansia e la disperazione più grave può sperimentare problemi di salute mentale più gravi.

Le attività quotidiane come andare a scuola o anche uscire di casa potrebbero essere rese più difficili dall’ansia. Potresti provare ansia specifica, ad esempio mentre sali a bordo di un volo o usi un ascensore, oppure potresti provare preoccupazione generale.

L’ansia può causare nausea, vertigini, battito cardiaco accelerato, pensieri persistenti e persino attacchi di panico.

Un’altra condizione dell’umore che può avere un impatto significativo sulla vita di una persona e interferire con le attività quotidiane è la depressione. Un’enorme tristezza, vuoto e persino disperazione possono accompagnare la depressione. Può anche portare a stanchezza e far sentire facilmente irritati e sconvolti. Sintomi fisici come mal di testa o disturbi muscolari possono derivarne.

Cosa ha scoperto lo studio?

“La connessione sociale è uno degli ingredienti della vita più fortemente associati al benessere. Compiere atti di gentilezza sembra essere uno dei modi migliori per promuovere tali connessioni”, ha affermato Cregg in un comunicato stampa.

Lo scopo dello studio, che è stato appena pubblicato in Il giornale di psicologia positiva, era quello di esplorare i modi per ridurre i sintomi della depressione. Secondo la ricerca, compiere una buona azione ha aiutato le persone a rilassarsi e a dimenticare la loro ansia e depressione.

“Spesso pensiamo che le persone depresse abbiano abbastanza cose da affrontare, quindi non vogliamo caricarle chiedendo loro di aiutare gli altri. Ma questi risultati sono in contrasto con ciò”, ha affermato il professore dell’Ohio State e coautore dello studio Jennifer Chevens.

Le persone con depressione e ansia possono scoprire che essere gentili con gli altri e soddisfare i loro bisogni li fa sentire meglio con se stessi.

Hanno riunito 122 volontari nell’Ohio centrale che presentavano segni di stress, ansia e depressione da lievi a moderati. Dopo l’introduzione, i partecipanti sono stati divisi in tre gruppi.

Due dei tre gruppi sono stati sottoposti a terapia cognitivo comportamentale (CBT) per ridurre i sintomi depressivi, mentre il terzo gruppo si è concentrato sull’interazione sociale e sulla rivalutazione cognitiva. Il gruppo CBT ha ricevuto interventi terapeutici, mentre il gruppo sociale è stato incaricato di programmare attività sociali due giorni alla settimana.

Per identificare i modelli di pensiero negativi e indagare su come potrebbero ridurre la disperazione e l’ansia, ogni partecipante ha annotato i propri sintomi e ne ha tenuto un registro per due giorni alla settimana.

Al terzo gruppo è stato detto di praticare atti di gentilezza due volte a settimana. “Grandi o piccole attività che avvantaggiano gli altri o rendono felici gli altri, di solito a un certo costo per te in termini di tempo o risorse”, sono state definite come un atto di gentilezza.

Alcune persone hanno preparato dolcetti per i loro amici, hanno portato gli amici da qualche parte o hanno persino inviato dolci note ai loro coinquilini.

Per cinque settimane, tutti gli individui aderiscono alle loro istruzioni prima di essere nuovamente testati. I ricercatori dello studio hanno verificato con ciascun partecipante per determinare l’efficacia di ciascuna strategia.

Il risultato ha mostrato che dopo dieci settimane, i sintomi di depressione e ansia erano diminuiti in tutti e tre i gruppi, dimostrando una risposta positiva alle loro strategie terapeutiche.

Source link