Un paziente mostra la sua mano con una piaga causata da un'infezione del virus del vaiolo delle scimmie, nell'area di isolamento per pazienti affetti da vaiolo delle scimmie presso l'ospedale Arzobispo Loayza, a Lima, il 16 agosto 2022. Quasi 28.000 casi sono stati confermati nel mondo negli ultimi tre mesi e iniziano a registrarsi i primi decessi.  — File AFP
Un paziente mostra la sua mano con una piaga causata da un’infezione del virus del vaiolo delle scimmie, nell’area di isolamento per pazienti affetti da vaiolo delle scimmie presso l’ospedale Arzobispo Loayza, a Lima, il 16 agosto 2022. Quasi 28.000 casi sono stati confermati nel mondo negli ultimi tre mesi e iniziano a registrarsi i primi decessi. — File AFP

GIACARTA: L’Indonesia ha registrato il suo primo caso di vaiolo delle scimmie in un uomo di 27 anni che è tornato da un viaggio all’estero, ha detto sabato il ministero della salute del Paese.

L’Organizzazione Mondiale della Sanità ha designato lo scoppio del virus un’emergenza il mese scorso, cosa che riserva alle malattie di massima preoccupazione.

Il portavoce del ministero della salute indonesiano Mohammad Syahril ha affermato che il paziente aveva “un’elevata consapevolezza e conoscenza della malattia”.

“Quindi, quando ha manifestato i sintomi, l’ha immediatamente controllato (con) il medico. Il risultato è tornato (di nuovo) positivo entro un giorno”, ha detto Syahril ai giornalisti, aggiungendo che l’uomo era ora in isolamento nella capitale Jakarta.

I sintomi del vaiolo delle scimmie, endemico in alcune parti dell’Africa centrale e occidentale, comprendono lesioni, febbre, dolori muscolari e brividi. È stato fatale solo in rari casi.

Il portavoce del ministero ha rifiutato di identificare il Paese da cui l’uomo si era recato in Indonesia.

Altrove nel sud-est asiatico, Singapore ha confermato più di una dozzina di casi e anche le Filippine e la Thailandia hanno registrato i primi casi. Gli Stati Uniti hanno registrato migliaia di casi.

A differenza dei precedenti focolai in Africa, il virus si diffonde principalmente per contatto intimo, sebbene non sia una malattia a trasmissione sessuale.

I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie affermano che sono possibili anche altre vie, inclusa la condivisione di biancheria da letto, vestiti e contatti faccia a faccia prolungati.

Mercoledì l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha chiesto alle persone infette dal vaiolo delle scimmie di evitare di esporre gli animali al virus a seguito di un primo caso segnalato di trasmissione da uomo a cane.

Source link