Foto: AFP/file
Foto: AFP/file

SYDNEY: Il produttore di vaccini Covid-19 Moderna ha annunciato lunedì che aprirà un impianto di produzione di vaccini mRNA nella città australiana di Melbourne, il primo per l’emisfero meridionale.

Il progetto avrà sede in una delle più grandi università australiane, Monash, e produrrà 100 milioni di dosi di vaccino all’anno per Covid-19, influenza e altre malattie.

Lo Spikevax di Moderna faceva parte di una nuova classe di inoculazioni sviluppate durante la pandemia di coronavirus che utilizza una tecnologia all’avanguardia chiamata RNA messaggero (mRNA).

Questi vaccini possono essere sviluppati rapidamente e utilizzare una molecola per insegnare al corpo a identificare e combattere un agente patogeno, come il Covid-19, a differenza dei tradizionali jab, che contengono un piccolo pezzo di batteri o virus.

La costruzione dell’impianto di produzione dell’mRNA inizierà quest’anno e sarà completata nel 2024, con la produzione di vaccini che inizierà subito dopo.

Il primo ministro australiano Anthony Albanese ha dichiarato lunedì che è stata una “mostra di fede” in Australia da parte del gigante dei vaccini Moderna.

Per l’Australia, la struttura non riguarda solo la salute o la scienza, ha affermato, ma “anche la sicurezza nazionale” dopo che il paese ha subito gravi carenze di vaccini durante la pandemia.

Melbourne, dove avrà sede la struttura Moderna, ha dovuto affrontare uno dei blocchi più lunghi al mondo mentre le autorità hanno cercato di contenere il virus.

Albanese ha affermato che una lezione della pandemia è stata che “dobbiamo fare più cose qui. Non possiamo continuare a presumere che sia giusto essere alla fine delle catene di approvvigionamento globali”.

“In questa parte del mondo, nella regione in più rapida crescita al mondo nella storia umana, abbiamo l’opportunità di proiettare questa capacità anche nell’Indo-Pacifico”, ha affermato.

Negli ultimi mesi, i casi di Covid-19 sono aumentati in Australia dopo che le restrizioni sono state allentate. Il virus è diventato la terza causa di morte più comune nel paese nel 2022.

Source link