L'81enne ha detto a Politico e alla CNN che si sarebbe ritirato dalla sua posizione di direttore dell'Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) per perseguire altre strade prima di gennaio 2025. Foto: AFP/File
L’81enne ha detto a Politico e alla CNN che si sarebbe ritirato dalla sua posizione di direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) per perseguire altre strade prima di gennaio 2025. Foto: AFP/File

WASHINGTON: Anthony Fauci, che ha guidato la risposta degli Stati Uniti alle epidemie di malattie infettive dagli anni ’80, andrà in pensione entro la fine dell’attuale mandato del presidente Joe Biden, ha affermato lunedì in un’intervista.

L’81enne ha detto a Politico e alla CNN che si sarebbe dimesso dalla sua posizione di direttore dell’Istituto nazionale di allergie e malattie infettive (NIAID) per perseguire altre strade prima di gennaio 2025.

“Ovviamente, non puoi andare avanti all’infinito. Voglio fare altre cose nella mia carriera, anche se sono in età piuttosto avanzata”, ha detto alla CNN Fauci, che è anche il capo consulente medico di Biden.

Ha detto a Politico che non aveva intenzione di rimanere in carica abbastanza a lungo per sconfiggere il Covid-19 perché la malattia non sarebbe andata via presto.

“Penso che conviveremo con questo”, ha detto Fauci, che è stato nominato direttore del NIAID del National Institutes of Health nel 1984 e ha servito sotto sette presidenti.

Quando il Covid si è diffuso per la prima volta a livello globale dalla Cina, è diventato una fonte affidabile di informazioni affidabili, rassicurando il pubblico con il suo atteggiamento calmo e professorale durante le frequenti apparizioni sui media.

Ma le sue interpretazioni oneste sull’incapacità dell’America di affrontare il virus hanno portato Fauci in conflitto con l’ex presidente Donald Trump e hanno trasformato il medico-scienziato in una figura odiata per alcuni a destra.

Fauci ora vive con la protezione della sicurezza dopo che la sua famiglia ha ricevuto minacce di morte e molestie.

Ma è stato conciliante nei confronti della sua ex nemesi Trump nella sua intervista a Politico.

“Abbiamo sviluppato un rapporto interessante”, ha detto l’italo-americano.

“Due ragazzi di New York, diversi nelle loro opinioni e nella loro ideologia, ma comunque due ragazzi che sono cresciuti negli stessi ambienti di questa città. Penso che siamo legati l’uno all’altro in questo senso”.

Durante gli anni ’80, Fauci è diventato un parafulmine per le critiche sul fatto che il governo non stava facendo abbastanza per arginare l’ascesa dell’HIV-AIDS, ma in seguito ha stretto una stretta collaborazione con gli attivisti.

I suoi risultati includono l’implementazione di un sistema accelerato che ha ampliato l’accesso ai farmaci antiretrovirali e la collaborazione con l’ex presidente George HW Bush per sfruttare più risorse.

Sotto il presidente George W. Bush, Fauci è stato l’architetto del Piano di emergenza del presidente per il soccorso contro l’AIDS (PEPFAR), accreditato di aver salvato milioni di vite nell’Africa subsahariana.

Come scienziato, è accreditato di aver sviluppato trattamenti efficaci per malattie infiammatorie precedentemente fatali, nonché di aver contribuito a comprendere come l’HIV distrugga le difese dell’organismo.

Nonostante i suoi numerosi doveri, continua a curare i pazienti presso il Centro clinico del NIH a Bethesda, nel Maryland.

Source link